Inflazione

Balzo del 4,7% a settembre
del carrello della spesa

A settembre il tasso d'inflazione annuo resta fermo su base mensile, segnando una variazione nulla, e si presenta stabile al 3,2% su base annua, lo stesso valore registrato ad agosto. Lo rileva l'Istat nelle stime preliminari.

Balzo del 4,7% a settembre
del carrello della spesa

A settembre il tasso d'inflazione annuo resta fermo su base mensile, segnando una variazione nulla, e si presenta stabile al 3,2% su base annua, lo stesso valore registrato ad agosto. Lo rileva l'Istat nelle stime preliminari.
A settembre il rincaro annuo del cosiddetto carrello della spesa, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (da cibo a carburanti), è del 4,7%, un rialzo superiore all'inflazione (3,2%) e in forte accelerazione rispetto a quanto registrato ad agosto (4,2%). Lo rileva l'Istat nelle stime.
Anche su base mensile i prezzi dei prodotti acquistati con più frequenza segnano un aumento sostenuto (+0,8%). Sul rialzo della lista della spesa quotidiana si riflettono i forti aumenti per benzina e diesel e per i beni alimentari, che registrano una crescita tendenziale del 2,9%, l'incremento maggiore dal dicembre del 2011.
 Inflazione in leggera crescita a settembre nei 17 Paesi dell'Eurozona dove è salita al 2,7% rispetto al 2,6% di agosto. E' la prima stima resa nota da Eurostat. A determinare l'aumento è stato l'andamento dei prezzi dei prodotti energetici (+9,2% contro l'8,9% di agosto) e dei servizi (+2% rispetto a 1,8%).
A settembre il tasso d'inflazione annuo resta fermo su base mensile, segnando una variazione nulla, e si presenta stabile al 3,2% su base annua, lo stesso valore registrato ad agosto. Lo rileva l'Istat nelle stime preliminari.


A settembre il rincaro annuo del cosiddetto carrello della spesa, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (da cibo a carburanti), è del 4,7%, un rialzo superiore all'inflazione (3,2%) e in forte accelerazione rispetto a quanto registrato ad agosto (4,2%). Lo rileva l'Istat nelle stime.


Anche su base mensile i prezzi dei prodotti acquistati con più frequenza segnano un aumento sostenuto (+0,8%). Sul rialzo della lista della spesa quotidiana si riflettono i forti aumenti per benzina e diesel e per i beni alimentari, che registrano una crescita tendenziale del 2,9%, l'incremento maggiore dal dicembre del 2011.
 Inflazione in leggera crescita a settembre nei 17 Paesi dell'Eurozona dove è salita al 2,7% rispetto al 2,6% di agosto. E' la prima stima resa nota da Eurostat. A determinare l'aumento è stato l'andamento dei prezzi dei prodotti energetici (+9,2% contro l'8,9% di agosto) e dei servizi (+2% rispetto a 1,8%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto