LEGALITA'

Consegnato a Liguori
"Pacchero d'argento"

Il riconoscimento è stato conferito al componente del Consiglio superiore della magistratura da Salvatore Magarò, presidente della commissione contro la 'ndrangheta del consiglio regionale

Alberto Liguori

Alberto Liguori

"La lotta alla 'ndrangheta inizia dalle piccole cose, dai gesti quotidiani dei cittadini, dal rispetto delle regole di convivenza civile. Non servono atti di eroismo per imboccare la via della legalita' e mantenere la giusta direzione anche nelle difficoltà che la vita ci presenta ad ogni tornante". Lo ha detto Salvatore Magarò, Presidente della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio regionale, nel corso della cerimonia di consegna del Pacchero d'Argento ospitata a Longobucco. Il riconoscimento è stato conferito ad Alberto Liguori, componente del Consiglio superiore della magistratura. "Riconoscenza ed impegno - ha detto ancora Magarò - sono le travi portanti di questa iniziativa, giunta alla terza edizione. In questi anni abbiamo premiato uomini e donne che hanno aggredito l'ignoranza, la passività, i colpevoli silenzi, mettendo in campo idee e progetti utili ad alimentare quel processo di cambiamento e di emancipazione che sottrae terreno alla malapianta. Oggi siamo orgogliosi di consegnare il Pacchero d'Argento ad Alberto Liguori, uomo delle istituzioni, valente magistrato, alfiere di quella Calabria positiva e consapevole, fatta di impegno civile e di lavoro finalizzato al bene comune, che vuole riprendere in mano la propria storia, il proprio presente e il proprio futuro". "Premiando Alberto Liguori - ha concluso Salvatore Magarò - il nostro pensiero ed i nostri sentimenti di riconoscenza e gratitudine vanno anche all'intera magistratura che opera in Calabria e fuori dai confini della Calabria per contrastare la 'ndrangheta e che ha recentemente inflitto duri colpi alle cosche''. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi