AREA FAUNISTICA

Turisti in aumento
ad Acquaformosa

L'area faunistica, inaugurata lo scorso 15 giugno, si estende su circa un ettaro di superficie boscata e si trova a soli due chilometri dal centro cosentino. Turisti francesi e belgi, hanno espresso parere favorevole ed incoraggiante sulla struttura.

Turisti in aumento
ad Acquaformosa

Sono numerosi i turisti che hanno visitato l'Area Faunistica per gli uccelli rapaci di Acquaformosa nel Parco Nazionale del Pollino. L'area faunistica, inaugurata lo scorso 15 giugno, si estende su circa un ettaro di superficie boscata e si trova a soli due chilometri dal centro abitato di Acquaformosa. Le numerose persone che hanno visitato l'area, in particolare turisti francesi e belgi, hanno espresso parere favorevole ed incoraggiante sulla struttura. L'area è gestita dal Comitato Italiano per la Protezione degli Uccelli Rapaci (Cipr) che ha garantito l'apertura quasi non-stop per tutto il periodo estivo e soprattutto a ferragosto quando i molti emigrati calabresi ritornano e sono desiderosi di vedere la crescita e lo sviluppo della propria terra. La realizzazione dell'area è stata voluta fortemente dal Sindaco di Acquaformosa, Giovanni Manoccio, che per quasi 12 anni ha inseguito l'obiettivo finalmente raggiunto di mettere in funzione l'area e di farla diventare un possibile volano di sviluppo e meta di visitatori e turisti. L'area faunistica è costituita da otto voliere di varie dimensioni che ospitano animali non più idonei al rilascio in natura, accoglie uccelli rapaci diurni e notturni, vittime in prevalenza del bracconaggio. Un sentiero-natura, attrezzato con pannelli didattici, si snoda tra le grandi voliere realizzate tra maestosi ontani e castagni, le cui chiome si elevano sopra i manufatti quasi a proteggerli.(ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi