Cosenza

Attentato in Afghanistan, nessuna preoccupazioni per bersaglieri del "Settino"

I due militari erano in servizio di pattugliamento nell’area Bakva, settore sotto la responsabilità italiana, dovevano partecipare ad un incontro con i capi locali, al loro passaggio è stato fatto esplodere un ordigno artigianale. I bersaglieri hanno riportato per fortuna solo delle contusioni

bersaglieri cosenza

Non destano preoccupazione le condizioni dei due bersaglieri del 18° Reggimento della caserma Settino di Cosenza impegnati nella missione di pace in Afghanistan. I due militari erano in servizio di pattugliamento  nell’area Bakva, settore sotto la responsabilità italiana, a circa un chilometro e mezzo dalla base di Lavaredo, dovevano partecipare ad un incontro con i capi locali,  quando verso le 10.30 locali, le 8.00 in Italia, al loro passaggio  è stato fatto esplodere un ordigno artigianale. I bersaglieri hanno riportato per fortuna solo delle contusioni. Immediatamente soccorsi sul posto, sono poi stati trasferiti alla base e sottoposti ad una serie di accertamenti. Come ha confermato una nota del comando italiano a Herat sono stati loro stessi a rassicurare con una telefonata i familiari avvertiti dalla Farnesina sulle condizioni di salute. Il 18° Reggimento Bersaglieri di Cosenza è da tempo impegnato nelle missioni all’estero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi