Cosenza

Unical, tentata violenza sessuale su una sudentessa spagnola

Si trova nel campus di Arcavacata per il progetto Erasmus. L'uomo si aggirava da un po' nei pressi dell'abitazione della studentessa. A salvarla dall'aggressione le urla di un'amica, sempre spagnola, che era con lei. Indagano i carabinieri di Rende. C'è già l'identikit dell'aggressore.

unical

Il campus universitario di Arcavacata di Rende ancora una volta teatro di una tentata violenza sessuale. Vittima delle attenzione e delle molestie di un balordo una giovane studentessa di 22 anni, spagnola arrivata all’Unical con il progetto Erasmus. La ragazza dopo aver seguito le lezioni verso le otto di sera stava tornando all’alloggio insieme ad una amica quando è stata improvvisamente aggredita da un ragazzo che ha cominciato a palpeggiarla. Lei ha tentato di divincolarsi, ma la stretta era forte.  A questo punto l’amica ha iniziato a picchiare all’aggressore che per qualche minuto ha mollato la presa, ma poi è tornato all’attacco. Momenti concitati, le due ragazze hanno iniziato a chiedere aiuto con tutta la forza che avevano in corpo. Vista la reazione delle due spagnole il ragazzo si è deciso ad allontanarsi. E’ scappato via. Un vero incubo per le studentesse che sono rientrate e si sono chiuse in casa temendo che il balordo rispuntasse. Il giorno dopo hanno deciso di sporgere denuncia e si sono recate alla stazione  dei carabinieri di Rende. Hanno descritto le fasi dell’aggressione, hanno fornito una dettagliata descrizione del giovane e raccontato che nei giorni precedenti lo avevano notato aggirarsi nei pressi della loro abitazione. I militari hanno avviato indagini dopo aver trasmesso l’informativa alla procura bruzia. Negli ambienti investigativi c’è un cauto ottimismo di poter rintracciare l’aggressore grazie all’identikit fornito dalla vittima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi