scalea

Per aprire un negozio serve firmare clausola antiracket

E' il frutto dell'accordo fra il sindaco Basile ed il prefetto di Cosenza Cannizzaro. Servirà a prevenire le infiltrazioni della criminalità organizzata nelle attività commerciali. Varrà anche per gli appalti pubblici

scalea

Denunciare alle forze dell’ordine qualunque illecita richiesta di denaro o interferenza illegale nello svolgimento dell’attività. E’ l’impegno da sottoscrivere per i cittadini che a Scalea, sul Tirreno cosentino, chiedono al comune l’autorizzazione amministrativa per le attività commerciali o i pubblici esercizi. Senza la firma della clausola, niente permesso. E’ quanto previsto dal protocollo d’intesa firmato dal sindaco Pasquale Basile e dal prefetto di Cosenza Raffaele Cannizzaro  che ha l’obiettivo di prevenire le infiltrazioni della criminalità organizzata nelle attività commerciali.

Stessa procedura ha interessato gli appalti pubblici definiti “sottosoglia” comunitaria e non soggetti quindi a verifica antimafia secondo la normativa. Nell’intesa sottoscritta tra municipio e prefettura previsto il monitoraggio costante dei cantieri e delle imprese coinvolte nell’esecuzione di opere tramite i gruppi interforze

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi