carcere cosenza

Invasione di topi
gli agenti saltano i pasti

Protesta degli agenti di polizia penitenziaria di Cosenza. Un segnale , l’ennesimo, per richiamare l’attenzione dell’Amministrazione Centrale sulle precarie condizioni di lavoro accentuate nell’istituto di pena bruzio da una “invasione” di topi in tutti gli ambienti.

Invasione di topi
gli agenti saltano i pasti

Per protesta si sono astenuti dal consumare i pasti gli agenti della polizia penitenziaria di Cosenza. Un segnale , l’ennesimo, per richiamare l’attenzione dell’Amministrazione Centrale sulle precarie condizioni di lavoro accentuate nell’istituto di pena bruzio da una “invasione” di topi in tutti gli ambienti, nessuno escluso: mensa degli agenti, reparti detentivi, isolamento su tutti, atrio mandorla,lavanderia,caserma agenti,parcheggi esterni.. Nonostante già nel maggio scorso, fa sapere la segreteria regionale dell’UGL Prozia Penitenziaria, la situazione sia stata ufficialmente denunciata e sia stata chiesta la derattizzazione ad oggi nulla si è mosso. “La presenza di cosi tanti topi e ratti, di dimensioni enormi – scrive il sindacato -   pregiudica enormemente,  oltre che  la tranquillità lavorativa, la salubrità, l'igiene e la dignità degli ambienti dove soggiorna la Polizia Penitenziaria, già provata dagli immani carichi di lavoro, dalla calura estiva, dal sovraffollamento e dalla mancanza di personale, acuita dal piano ferie. L'UGL Polizia Penitenziaria ritiene , quindi, che sia giunto il momento di mettere fine a questa situazione incresciosa procedendo con sollecitudine alla derattizzazione  dell'istituto bruzio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi