Rende

Unione dei Comuni,
accelerazione

Il sindaco di Rende Cavalcanti "Avviare da subito un confronto aperto per arrivare entro il mese di ottobre alla riunione dei consigli comunale di Cosenza, Rende, Castrolibero e Montalto Uffugo per approvare lo statuto dell’Unione utilizzando il tempo intermedio per condividerne i contenuti"

rende2

Avviare da subito un confronto aperto per arrivare entro il mese di ottobre alla riunione dei consigli comunale di Cosenza, Rende, Castrolibero e Montalto Uffugo per approvare lo statuto dell’Unione utilizzando il tempo intermedio per condividerne i contenuti, soprattutto per quanto riguarda le funzioni amministrative, i servizi la denominazione all’Unione medesima. E’ l’invito rivolto dal primo cittadino di Rende Vittorio Cavalcanti ai colleghi dell’area urbana per imprimere una accelerata a quello che sembra un passaggio inevitabile con la spending review: la gestione associata dei servizi. “Dobbiamo costruire  - scrive il sindaco di rende – una grande città attraverso un percorso politico-culturale che individui sin da subito sinergie di azioni amministrative per dare servizi di qualità in un territorio che per collocazione, per quel che si è fatto nel passato, per l’esistenza di una importante Università, può divenire una delle più interessanti aree strategiche dell’intero meridione”.

Dopo aver rimarcato le difficoltà degli enti locali alle prese con i tagli da diversi anni, le aumentate richieste da parte dei cittadini anche per la crisi dilagante,  il sindaco Cavalcanti si dice convinto che “L’Unione dei Comuni  rappresenta un modello di governance idoneo per ottimizzare le risorse ed equilibrare il livello dei  servizi principali, per avanzare il grado di pianificazione comune, per proseguire un processo di revisione della spesa, verso la formazione di una città unica ma, soprattutto, per un salto culturale e politico che metta da parte campanilismi, egoismi e furberie”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi