Amendolara (CS)

Liberate due
caretta caretta

Le due tartarughe, pescate ad Amendolara nelle scorse settimane nella zona della Secca, sono state prima curate a Bari e poi ospitate, per venti giorni, presso il Centro WWF di Policoro – Oasi Heraklea. Le due caretta-caretta, prima di essere liberate sono state etichettate per consentire il loro monitoraggio

Liberate due 
caretta caretta

Tanti turisti e residenti hanno partecipato ad Amendolara alla liberazione di due tartarughe caretta-caretta dal molo S.Francesco. Presenti alla cerimonia il sindaco Ciminelli, i responsabili della Protezione Civile Blue Rescue dell’Alto Ionio, i responsabili del WWF di Policoro, i membri del corpo ausiliario della Guardia Costiera e la biologa marina Nunzia MITÒ di Reggio Calabria.

Le due tartarughe, pescate ad Amendolara nelle scorse settimane nella zona della Secca, sono state prima curate a Bari e poi ospitate, per venti giorni, presso il Centro WWF di Policoro – Oasi Heraklea. Le due caretta-caretta, prima di essere liberate  sono state etichettate per consentire il loro monitoraggio in caso dovessero essere ripescate in futuro.

“Quando trovate sulla spiaggia le caretta-caretta – hanno ammonito i responsabili del WWF - non rimettetele in mare, perché capita che, al loro rientro, possano avere al loro interno buste, ami, etc. Il ritrovamento va segnalato subito ai centri competenti che, prima di liberarle, se necessario, le curano”

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi