rossano

I "ciclogiuristi"
dal Vescovo Marcianò

Due avvocati,per richiamare l’attenzione sulle gravi conseguenze della soppressione del tribunale di Rossano, hanno deciso di andare in bici a Roma per consegnare al Ministro Severino la prima copia del documentario girato dagli avvocati del presidio sulle condizioni di disagio delle infrastrutture che collegano tutti i comuni dell'entroterra dell'hinterland di Rossano

ciclogiuristi

Ricevuta dal vescovo di Rossano, mons. Santo Marcianò, la delegazione dei "ciclogiuristi  che per richiamare l’attenzione sulle gravi conseguenze della soppressione del tribunale di Rossano tra le tante iniziative hanno deciso di andare in bici a Roma per consegnare al Ministro Severino la prima copia del documentario girato dagli avvocati del presidio sulle  condizioni di oggettivo disagio delle infrastrutture che collegano tutti i Comuni dell'entroterra all'istituendo unico Tribunale Provinciale di Cosenza.  A raggiungere la capitale in sella alla bici due giovani avvocati rossanesi, Mauro Mitidieri e Massimo Ruffo. Durante l'incontro con il presule che da subito si era schierato in favore del mantenimento del tribunale, il Presidente degli Avvocati Trento ha illustrato a mons. Marcianò i dettagli dell'iniziativa "500 km per 5 minuti", che è servita a dare risalto e visibilità al lavoro istituzionale portato avanti dall'Avvocatura e dall'Amministrazione tramite le delegazioni in precedenza ricevute presso le sedi delle competenti Commissioni Giustizia della Camera e del Senato. Mons. Marcianò ha sottolineato  che i conti dello Stato non possono certo essere risanati da tagli indiscriminati, dovendosi piuttosto sempre  tener conto delle realtà in cui si va ad operare: se si deve etichettare la Calabria come terra malavitosa lo si fa senza remore, ma poi non si è conseguenziali nel riconoscere soluzione ai sui bisogni.  L'incontro si è concluso con la simbolica consegna del documentario -"Io non chiudo" nonchè di una maglietta celebrativa dell'incontro che il vescovo  ha immediatamente indossato per la stampa, in uno slancio di informalità visibilmente apprezzato ed applaudito da tutti gli intervenuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi