Nel cosentino

Slavo fermato per rapina, farebbe parte di una banda

Il gruppo avrebbe messo a segno diversi colpi tra Cosenza e Catanzaro. In un garage auto modificate, targhe e passamontagna.

Cc acciuffano due latitanti

Hanno messo a segno diverse rapine tra le province di Cosenza e Catanzaro, ma i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno individuato il covo utilizzato da una banda di slavi fermando uno dei presunti responsabili. Elvis Radosavljevic, 24 anni, serbo residente nel campo nomadi di Secondigliano (Napoli), noto alle forze dell'ordine, è stato sottoposto a fermo per rapina.

Le indagini sono iniziate il 5 luglio dopo una rapina in una casa di Albidona. Quattro banditi sono state sorpresi dalla proprietaria e dalla figlia che sono state aggredite. La descrizione fornita dalle donne ha permesso ai carabinieri di risalire alla banda formata da slavi e sulle cui tracce erano da tempo. Al fermo i carabinieri sono giunti dopo appostamenti e pedinamenti. In una officina nella frazione di Schiavonea hanno trovato 4 auto con motori modificati su una delle quali era stata una sirena, targhe straniere, passamontagna, guanti e martelli da scasso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi