Castrovillari

Esce di casa in cerca d’asparagi lo ritrovano morto dopo due giorni

Le prime ricerche sulla pista per Monte Sant’Angelosono finite in un vicolo cieco. Ieri la svolta a San Rocco

Esce di casa in cerca d’asparagi lo ritrovano morto dopo due giorni

CASTROVILLARI

C’è amarezza ed incredulità per la morte di Antonio Gaetani, 88 anni. L’uomo, allontanatosi di casa giovedì sera, è stato rinvenuto senza vita, ieri mattina, dagli uomini del soccorso alpino, dai vigili del fuoco, dai carabinieri, dalla protezione civile regionale e delle fiamme gialle, tutti aiutati da alcune unità cinofile. Le ricerche s’erano concentrate in contrada San Rocco. Siamo a pochi metri dal fiume Coscile. Tutte giuste le imbeccate giunte dagli amici della vittima: il Gaetani, infatti, amava andare a raccogliere asparagi ed altri frutti della terra in quell’area. Tra un podere e l’altro, ma anche ai bordi delle strade se ne trovano tantissimi. Ogni anno percorreva gli stessi sentieri. Li faceva da solo. E lì, in una delle zone più impenetrabili della città, sarebbe stato colto da un malore. Una storia, quella di questo appassionato nonnino (in città lo chiamano tutti “’Ndonio i Filivaro”, che rattrista l’intera comunità castrovillarese, anche perché le ricerche si sono subito rivelate difficili: i soccorritori hanno seguito una prima pista che si è rivelata però un vicolo cieco. 

Leggi l'intero articolo nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Via libera al nuovo stadio

Via libera al nuovo stadio

di Domenico Marino