CALCIO

Il Cosenza paga la sterilità offensiva

Dato confermato anche nel derby col Catanzaro. Solo sei gol complessivi per le 4 punte silane

Il Cosenza paga la sterilità offensiva

Al Cosenza mancano i bomber. Se ancora ci fossero dubbi, il derby contro il Catanzaro ha certificato l’assenza di attaccanti in grado di risolvere, con una zampata, partite complicate. Quanto a solidità difensiva (statistiche alla mano, i “lupi” sono inferiori, di pochissimo, solo a Catania, Lecce, Trapani e Rende), il Cosenza se la giocherebbe alla pari con le tre corazzate del campionato. Ampio merito va dato al tecnico Braglia, che è stato in grado di blindare la porta rossoblù. La coperta, però è cortissima. A fronte dell’impermeabilità acclarata del pacchetto arretrato, si segnala l’incapacità di trovare la via della rete.

Leggi il resto dell'articolo nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi