Referendum

Corigliano-Rossano, si vota

Gli abitanti delle due città davanti a un bivio: restare così o formare un comune unico? La fusione darebbe vita al terzo comune calabrese per popolazione

Protesta contro emendamento Fiano

È il giorno delle scelte epocali, il giorno della storia. Corigliano e Rossano si recheranno alle urne per scegliere se continuare ad essere governate da municipalità distinte o se fondersi in un unico grande Comune di circa ottantamila abitanti. Il terzo della Calabria per popolazione, il primo per estensione. Le urne saranno aperte dalle 8 alle 21 e già prima della mezzanotte si conoscerà la decisione popolare. A Rossano gli aventi diritto al voto sono circa 30mila distribuiti nelle 32 sezioni predisposte dall’ufficio elettorale nelle varie scuole cittadine e in alcuni uffici pubblici. Altre 2 sezioni speciali sono state istituite, una presso il carcere ed una presso l’ospedale Nicola “Giennettasio”.

A Corigliano, invece, sono 38.236 gli elettori, 19.087 maschi e 19.149 donne che potranno esprimere la loro scelta nelle 42 sezioni elettorali (più il seggio speciale collocato all’interno dell’ospedale cittadino “Guido Compagna”) disseminate su tutto il territorio comunale. Un territorio che da stasera potrebbe moltiplicarsi se la scelta dei cittadini dovesse essere quella di fondersi in una sola realtà amministrativa.

L'articolo completo nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud.

Clicca qui per acquistare la tua copia digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi