cosenza

Aveva in casa droga e pistola, 33enne in manette

L’uomo era già rimasto coinvolto nell’inchiesta denominata “Job center”

Aveva in casa droga e pistola, 33enne in manette

Aveva in casa un discreto quantitativo di droga, una pistola con matricola abrasa e alcune munizioni. È finito in manette con l’accusa di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti e per detenzione di arma clandestina, Vincenzo De Rose, di 33 anni residente in città. I carabinieri della Stazione principale – coordinati dal luogotenente Antonio Pantano – l’hanno arrestato, ieri mattina, al termine d’una perquisizione domiciliare disposta dal comandante della Compagnia cittadina, il capitano Jacopo Passaquieti.

Il comportamento dell’uomo, che fra l’altro si trovava ai domiciliari – in quanto nel recente passato era rimasto coinvolto nell’operazione antidroga denominata “Job center” – da tempo lasciava supporre più d’un sospetto. Niente di straordinario: era una questione di sensazione provata dai militari dell’Arma addetti al controllo quotidiano. Una supposizione che, nel corso dei tempo, ha assunto la veste d’un sospetto. Non restava che approfondire, allora. Ieri mattina, quindi, i carabinieri hanno compiuto una perquisizione in casa dell’uomo. Col passare del tempo quei sospetti hanno preso forma, suffragati soprattutto dal nervosismo del trentatreenne. I militari dell’Arma hanno passato in rassegna le stanze senza rilevare alcunché. La sorpresa stava lì, al calduccio, neanche tanto nascosta, nella camera da letto. Che l’uomo avesse qualcosa d’illegale in quella stanza i carabinieri lo hanno intuito dal nervosismo mostrato quando hanno aperto la porta.

È bastato alzare la coperta del letto e chinarsi a guardare sotto al materasso per suffragare, dare certezza a tutti quei sospetti. Da quell’anfratto abbastanza arrangiato sono spuntati fuori prima una busta di plastica – all’interno della quale era contenuta la droga – e poi, ben avvolta in un involucro di stoffa, la pistola, una “Smith & Wesson” calibro 38 con matricola punzonata corredata da otto proiettili. Il materiale è stato sequestrato e analizzato. All’interno della busta di plastica erano contenuti circa un chilo e ottocento grammi di marijuana, nove bustine di hascisc sottovuoto, per un peso complessivo di circa mezzo chilo e venti grammi di coca. Una dettagliata informativa è stata inviata al pm Domenico Frascino. L’uomo è stato assegnato ai domiciliari in attesa di convalida dell’arresto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi