Cosenza

Elisa Amendola combatte contro la morte in ospedale

La donna ricoverata in Rianimazione. Il figlio Valentino, 35 anni, la notte di venerdì ha tentatodi scannarla con un coltello da cucina al culmine d’una lite

Elisa Amendola combatte contro la morte in ospedale

Valentino Amendola è rimasto una statua di pietra. Non una parola ai poliziotti penitenziari, né uno sguardo agli altri detenuti. È in isolamento e non parla. Forse sta facendo i conti con i rimorsi. In testa ha le urla disperate della madre e tutto quel sangue che gli imbrattava le mani e il volto. Al Gip che l’interrogherà tra poche ore dovrà spiegare le ragioni della barbarie compiuta. Dovrà dire ciò che ai poliziotti che l’hanno arrestato non ha detto. In questura, davanti al vicequestore Cataldo Pignataro e al commissario capo Giuseppe Massaro è rimasto muto. Senza tradire emozioni.

Elisa Amendola, 60 anni, lotta invece con la morte. È ricoverata in Rianimazione e le sue condizioni rimangono gravissime ma stazionarie. La prognosi è riservata. L’operatrice scolastica ha subito due interventi chirurgici e delle trasfusioni perché ha perso molto liquido ematico. Il figlio trentacinquenne ha tentato di scannarla utilizzando un coltello seghettato da cucina provocandole ferite vastissime al collo. La donna presenta inoltre ecchimosi e fratture al volto e al cranio a causa dei pugni sferrati dal congiunto.

Leggi l'intero articolo nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Acciuffata la coppia killer

Acciuffata la coppia killer

di Vinicio Leonetti