Calopezzati

Carambola mortale
sulla Statale 106

Fabio Capalbo, 28 anni, e il tedesco Herde Yanosch hanno perso la vita in un incidente che ha coinvolto tre autovetture

Carambola mortale  sulla Statale 106

Non torneranno in Germania. Non riprenderanno a lavorare insieme. Le loro vite sono sfumate nella Calabria che Fabio Capalbo aveva voluto far conoscere al suo amico, Herde Yanosch. I due giovani di 28 e 30 anni sono morti in un incidente stradale nella notte tra mercoledì e ieri sulla Statale 106. L’impatto, che ha coinvolto tre vetture, si è verificato proprio all’incrocio per il centro storico di Calopezzati.

Le due vittime erano giunte dalla Germania sembra per trascorrere le ferie e partecipare al matrimonio del fratello del ventottenne. Un viaggio per riabbracciare parenti amici che si è trasformato in una tragedia che aggiunge altre due croci sulla “strada della morte”.

La carambola sull’asfalto sarebbe avvenuta attorno alle 2.30. Per cause ancora in corso di accertamento, e in base ad una prima a ancora sommaria ricostruzione degli accadimenti, sembra che la Golf Gti Volkswagen, sulla quale viaggiavano i due giovani deceduti, si sia scontrata con una Fiat Punto su cui viaggiavano un uomo e una donna, F. G. e T. G.. L’utilitaria, a sua volta è finita contro una Skoda Octavia sulla quale viaggiavano due coniugi di Rossano G. T. e I. G..

Stridore di gomme e rumore di lamiere accartocciate hanno squarciato il silenzio della notte, lasciando sul nudo asfalto dolore e morte. Fabio Capalbo che era alla guida della Golf, è morto sul colpo. Per lui non c’è stato nulla da fare. Nello scontro che in pratica ha spazzato via l’intera parte anteriore della macchina, il suo corpo è stato sbalzato fuori dalla vettura dopo il violentissimo impatto. Per il suo amico tedesco, invece, l’abitacolo della vettura è diventato una trappola micidiale. Era ancora vivo quando sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Rossano che con le cesoie hanno sventrato quell’ammasso informe di ferraglia per liberarlo. Ma pochi minuti dopo essere stato estratto dal mezzo e adagiato a terra, i medici del 118, accorsi sul luogo dell’incidente, non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso.

Feriti, in maniera seria, anche tutti e quattro gli altri soggetti coinvolti nello scontro. Per loro, smistati tra gli ospedali di Rossano e Cosenza, si parla di riserva sulla prognosi da parte dei medici, anche se sembra che non versino in pericolo di vita e che solo il quadro clinico di uno dei feriti desti particolare preoccupazione. I corpi senza vita dei due giovani sono stati trasferiti nell’obitorio dell’ospedale di Rossano. Il pubblico ministero di turno alla Procura di Castrovillari, che sta seguendo le indagini sull’accaduto, ha disposto il sequestro delle salme e nelle prossime ore si procederà con l’autopsia.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Calopezzati per i i rilievi del caso, mentre il personale dell’Anas ha lavorato per liberare la carreggiata da detriti e spostare i tre veicoli incidentati. Bloccato per ore il traffico sulla Statale 106, con enormi disagi per gli utenti in transito. Infatti, dopo l’incidente, la circolazione veicolare è stata interrotta per tutta la notte per consentire i soccorsi, il recupero delle salme e dei mezzi. Solo attorno alle 9 di ieri mattina la situazione lentamente è tornata alla normalità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi