Cosenza

Dal 2 maggio riaprono
le Terme Luigiane

In base all'accordo sottoscritto con i Comuni di Acquappesa e Guardia Piemontese grazie alla mediazione della Regione Calabria, via alla nuova stagione che inizierà con le cure inalatorie

terme luigiane

La società che gestisce le Terme Luigiane, la Sateca spa, composta da circa seicento piccoli azionisti, dopo le note vicende accadute a seguito della scadenza del contratto della sub-concessione delle acque termali annuncia l'apertura delle terme il prossimo 2 maggio. In base all'accordo sottoscritto con i comuni di Acquappesa e Guardia Piemontese grazie alla mediazione della Regione Calabria, infatti, la società ha dato il via per per dare alla nuova stagione termale, che inizierà lunedì prossimo con le cure inalatorie: aerosol, aerosol ionico, aerosol sonico, inalazioni, humage, nebulizzazioni, doccia nasale e doccia nasale micronizzata, un impulso di rilancio. "Per il momento - è scritto in una nota - sarà funzionante soltanto lo stabilimento Termae Novae, dove si potranno eseguire anche le cure di insufflazioni endotimpaniche come i caterismi tubarici e i politzer. Tutte le altre cure partiranno dal 23 maggio, mentre il centro benessere Acquaviva aprirà il 30 maggio insieme agli alberghi. Per la nuova stagione, vista la grande richiesta che vi è stata lo scorso anno, le Terme Luigiane hanno provveduto a realizzare una terza sala humage; nel frattempo si sta procedendo all'assunzione del personale, scaglionato man mano che apriranno i vari servizi ed impianti. Come noto anche per questa nuova stagione è stata avviata una campagna finalizzata a favorire la fruizione delle cure termali da parte di gruppi di anziani e cittadini appartenenti a categorie economicamente svantaggiate, bisognosi di cure termali e residenti nei vari comuni della Calabria. Per questi gruppi, composti di almeno 40 persone, è previsto un contributo di 400 euro più iva erogato a favore dei Comuni che organizzano il trasporto". "Al momento - prosegue la nota - c'è da parte della società Sateca l'intenzione di massimizzare gli sforzi per ottenere gli stessi risultati dello scorso anno, nonostante i ritardi dovuti all'incertezza circa l'apertura della stagione. Lo scorso anno la stagione si è chiusa con 442.078 cure erogate a fronte di 19.458 clienti; 30.621 presenze negli alberghi con 3.571 arrivi. Tra le notizie interessanti è il caso di segnalare una visita per l' 8 maggio agli stabilimenti e un incontro con i lavoratori da parte del Vescovo di San Marco Argentano - Scalea, Mons. Leonardo Bonanno, per augurare ai lavoratori una stagione di lavoro sereno. Mons. Bonanno che ha seguito con grande attenzione la vicenda della trattativa con i Comuni che ha portato al rinnovo temporaneo della sub-concessione delle acque alla Sateca, in attesa di predisporre quanto necessario per l'individuazione del futuro gestore delle Terme Luigiane, mostrando preoccupazione per la difesa dello stato occupazionale e per lo sviluppo del territorio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi