SAN SOSTI

Reflui sul suolo, sequestrato caseificio

I carabinieri che hanno apposto i sigilli anche a 30 quintali di latte, circa 25 quintali di prodotti caseari non più commerciabili e potenzialmente pericolosi per i consumatori, un tank frigo e due celle frigo.

Carabinieri

Un caseificio è stato sequestrato per reati ambientali a San Sosti dai carabinieri che hanno apposto i sigilli anche a 30 quintali di latte, circa 25 quintali di prodotti caseari non più commerciabili e potenzialmente pericolosi per i consumatori, un tank frigo e due celle frigo. Denunciate tre persone, rispettivamente l'attuale gestore e i due precedenti proprietari dell'opificio. I militari, nel corso dell'intervento, hanno accertato che l'attuale gestore del caseificio, a seguito dell'inattività dell'impianto di depurazione, aveva realizzato uno scarico di reflui non depurati, originati dall'attività di produzione, direttamente sul suolo, risultando, così come i due precedenti gestori fino allo scorso 31 gennaio, privo della documentazione attestante il corretto smaltimento del siero prodotto durante il ciclo di lavorazione dei prodotti caseari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi