rossano

Detenuto sfonda la porta della cella e aggredisce agente

L'uomo è risultato affetto da scompensi psichiatrici. Due feriti lievi.

Carcere

Ha sfondato utilizzando la sua branda l'ingresso della cella ed è uscito nel corridoio dove ha tentato di aggredire un assistente della polizia penitenziaria. Un detenuto italiano del carcere di Rossano, in evidente stato di agitazione - riferisce Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe - è stato immobilizzato da altri agenti intervenuti in soccorso del collega. Durante la colluttazione il detenuto, però, è riuscito a ferire in modo non grave due assistenti, uno allo zigomo e l'altro ad una gamba. Sottoposto a visita psichiatrica dallo specialista convenzionato con l'istituto, il detenuto è risultato affetto da uno scompenso psichiatrico tale da richiedere il trattamento sanitario obbligatorio. "I detenuti con problemi psichiatrici ristretti nelle carceri italiane - afferma Durante - sono tanti, con patologie che, spesso, non vengono riscontrate immediatamente".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi