Cosenza

Salita della Sila,
rombano i motori

Tutto pronto per la ventiseiesima edizione della “Salita della Sila”, valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna in programma il 14 e 15 luglio sullo storico tracciato di 9,5 km che da Cone d’Aria di Celico si inerpica fino a Montescuro

ritacca

Il cosentino Ritacca

Fervono i preparativi della Cosenza Corse, storica scuderia bruzia, in collaborazione con l’ACI per la ventiseiesima edizione  della “Salita della Sila”, valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna in programma il 14 e 15 luglio sullo storico tracciato di 9,5 km che da Cone d’Aria di Celico si inerpica fino a Montescuro.  Sono in corso le iscrizioni, numerose tra cui i beniamini di sempre: dal castrovillarese Rosario Iaquinta ai cosentini storici Ritacca, Carlo ed Emilio Scola, fino ad arrivare al giovane talento di casa Scola, Domenico jr., reduce da alcune ottime prestazioni in Tivm; dal siciliano imprendibile Bruccoleri – che l’anno scorso fece ammattire tutti su Osella Pa 27 griffata Concordia – ai reggini Scaramozzino e Iaria. Soltanto per citarne alcuni.

Quest’anno, a differenza della scorsa stagione, il Challenge Silvio Molinaro, dedicato alla memoria del giovanissimo figlio Eugenio Molinaro, rinomato campione di Luzzi, diventerà il “Trofeo Molinaro”, limitato alla sola gara silana. Ad aggiudicarselo sarà il pilota giovane meglio classificato nella graduatoria assoluta.

La gara sarà anche associata ai trofei Corradino Aquino (lo storico presidente dell’Aci che scomparse lo scorso anno proprio alla vigilia della cronoscalata), Camillo Giuliani ed Enzo Di Benedetto.

Il presidente della Cosenza Corse, Sergio Perri, ha incontrato il presidente della provincia di Cosenza,  Mario Oliverio e l’assessore allo Sport Pietro Lecce per effettuare un sopralluogo sul tracciato e stabilire i nuovi parametri di sicurezza. Verranno, infatti, installati nuovi guardrail e si interverrà ove necessario per garantire ai piloti e agli appassionati il massimo livello di sicurezza.

La due giorni di gara, come da programma, sarà preceduta, il venerdì, dalle verifiche tecniche e sportive.

In prova, due manche riservate solo alle vetture imposte dal regolamento Csai. In gara – semaforo verde alle 10 da Cone d’Aria di Celico – manche unica per tutte le vetture.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi