Rende

"Consegna il denaro
o incendiamo la ditta"

Due egiziani arrestati dai carabinieri con l'accusa di minacce a scopo di estorsione

carabinieri

Hanno minacciato un imprenditore a scopo di estorsione, ma sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Rende.
I due, Badr Shalby Mohamed Sourour, 47 anni, e Mohamed Samir Shebl Abdelwahab Soliman (21 anni), egiziani, residenti di fatto a San Pietro in Guarano, secondo l'accusa, hanno contattato telefonicamente chiedendo del denaro e minacciando che in caso di risposta negativa gli avrebbero incendiato la ditta. L'uomo ha quindi consegnato 500 euro ai due portandoli a casa di Sourour.
I carabinieri, per riuscire ad entrare nell'appartamento dove i due si trovavano, hanno chiesto l'ausilio dei vigili del fuoco. Sourour ha opposto resistenza ma nessuno è rimasto ferito. (AA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi