bimba morta

"La madre si lamentava per la stanchezza"

Il racconto di un'amica della donna sospettata dell'omicidio della figlia di sette mesi. "Diceva che la bimba non la faceva dormire la notte"

"La madre si lamentava per la stanchezza"

Giovanna Leonetti, di 37 anni, la donna sospettata di avere soffocato a Cosenza la figlia di sette mesi e che adesso é piantonata in ospedale dai carabinieri, si lamentava per la stanchezza dovuta al fatto che la notte la bambina non la faceva dormire. É quanto ha riferito all'ANSA un'amica della donna che aveva raccolto direttamente le lamentele della donna parlando con lei nel laboratorio di analisi cliniche in cui lavorava Giovanna Leonetti (che non é un medico ma una biologa). "Sono proprio esasperata - aveva detto Giovanna Leonetti all'amica, secondo quanto ha detto quest'ultima - perché Marianna non mi fa dormire la notte. Non so come fare per questo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi