Paola

Droga, assolto l’esponente radicale Quintieri

Chiuso il processo “Scacco Matto”. L’attivista fu arrestato mentre era candidato alla Camera Condanna per l’altro imputato giudicato col rito ordinario

Droga, assolto l’esponente radicale Quintieri

L’esponente radicale Emilio Quintieri è stato assolto perché il fatto non sussiste. L’inchiesta “Scacco matto”, giunge a conclusione. Il tribunale di Paola in composizione collegiale ha invece condannato, considerata la continuazione della condanna, a nove mesi Davide Pinto. I due imputati erano accusati di traffico illecito in concorso di sostanze stupefacenti (cocaina e marijuana) nel Tirreno cosentino e nelle città di Rende e Cosenza. Insieme a Quintieri – che al momento dell’arresto era candidato alla Camera dei Deputati, nella circoscrizione calabrese, per la Radicale “Amnistia giustizia e libertà” – e a Pinto, il 13 febbraio 2013, alle prime ore del mattino, su disposizione della Procura della Repubblica di Paola vennero arrestate dai Carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Paola coadiuvati dai militari del comando provinciale di Cosenza e dalle unità cinofile del gruppo operativo Calabria di Vibo Valentia, altre quattro persone di Cetraro (Carmine e Giuseppe Antonuccio, Luca Occhiuzzi e Ido Carmine Petruzzi) che hanno già definito le loro posizioni, in primo e secondo grado, avendo scelto di procedere con il rito abbreviato. A firmare i sei provvedimenti restrittivi, il Gip del Tribunale di Paola, Carmine De Rose.

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi