Cosenza

Oasi francescana, aggredito il responsabile

Ieri un ex ospite gli ha puntato il coltello alla gola

Oasi francescana, aggredito il responsabile

«No, non ho denunciato nessuno. Non sarebbe giusto, né utile. Anche se adesso, a qualche ora di distanza, comincio a realizzare quanto successo». Prova a essere sereno Pasqualino Perri, responsabile dell'Oasi francescana, ma ieri pomeriggio ha vissuto un gran brutto momento quando un uomo che conosce bene per averlo aiutato più volte in passato, gli ha appoggiato il coltello alla gola minacciandolo di morte. «Prima lascio un regalino a te e poi m’ammazzo pure io. Tanto non ho più nulla da perdere». Glielo ha detto mentre lo teneva sotto tiro, prima che il professionista riuscisse a liberarsi dalla cinta letale, anche grazie all’aiuto degli operatori della struttura e dei rappresentanti d’una ditta che per fortuna si trovavano nel suo ufficio quando l'aggressore ha fatto irruzione. Era infuriato, disperato, ma soprattutto disturbato. Perché una doppia diagnosi non lascia dubbi: ha problemi psichiatrici e pure legati alla dipendenza di sostanze alcoliche. Oltre a una situazione familiare che complica un quadro già molto difficile

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi