Nel Cosentino

Terme Luigiane, stagione a rischio

Lavoratori preoccupati per i tempi lenti della vertenza. È stata convocata per domani un’assemblea sindacalema i problemi restano sul tappeto e maggio s’avvicina

Terme Luigiane, stagione a rischio

«Abbiamo indetto questa assemblea sindacale per incontrare i lavoratori degli stabilimenti termali. C’è bisogno di un confronto con loro, anche per aggiornarli sugli ultimi incontri tra le parti sulla vertenza delle Terme Luigiane. Dopo la riunione in Prefettura e la formulazione dei quesiti, aspettiamo l’esito. Speriamo, ovviamente, che ci sia una risposta positiva, in modo da chiedere la ripresa delle attività, per evitare che vada persa la stagione, e la revoca di tutti i licenziamenti».

A parlare è Luigi Scarnati, segretario generale regionale della Filcams-Cgil che, assieme a Gerardo Calabria (segretario provinciale della Cisl) ha indetto per domani mattina un’assemblea. Tutti i 240 dipendenti degli stabilimenti termali si ritroveranno, alle 10 in punto, al “Grand Hotel”.

È un’occasione, per tutti, per capire come stanno realmente le cose e quali azioni si devono intraprendere per mettere fine a una storia che li sta tenendo col fiato sospeso.

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi