Rende

Semafori spenti da mesi e forti disagi per i pedoni

Sulle statali 19 e 19 bis a Rende. Il problema segnalato nello scorso mese di gennaio non è ancora stato risolto dall’Amministrazione

Semafori spenti da mesi e forti disagi per i pedoni

 Semafori ancora al buio su molte strade di Rende e automobilisti che fanno il bello e il cattivo tempo. La sistemazione degli impianti era stata sollecitata con una interrogazione al sindaco Mamma dal consigliere comunale del Pd, Alessandro De Rango. Il rappresentante democrat torna alla carica visto che non sono stati presi provvedimenti. L’interrogazione al sindaco risale allo scorso 26 gennaio. “Chiesi perché i semafori esistenti lungo il percorso cittadino della Ss 19 e della 19 bis non fossero più funzionanti», si legge in una nota diffusa da ieri da De Rango, «il 26 febbraio il primo cittadino rispose all’i n t e r r ogazione affermando che la disattivazione degli impianti lungo il tracciato era dovuta “a guasti di varia natura o perché coinvolti in sinistri stradali” e che tutte le procedure volte al ripristino della normalità erano state avviate. Nel dibattito successivo, alcuni esponenti della attuale maggioranza affermarono che la condizione di pre-dissesto delle finanze comunali non consentiva la riparazione dei semafori, almeno in tempi rapidi. Ma questa ormai dovrebbe essere acqua passata. Oggi, a distanza di circa un anno (!!!) - continua De Rango - le cose non sono cambiate, anzi, ed i semafori continuano a restare spenti determinando seri rischi per i pedoni visto che via Kennedy e viale della Resistenza si sono trasformate in piste di decollo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi