SAN MARCO ARGENTANO (CS)

Blitz dei carabinieri
chiuso poliambulatorio

I militari del Nas e i tecnici dell’Arpacal hanno riscontrato gravi carenze dal punto di vista igienico-sanitario e strutturale. Puerpera costretta a scalare 40 gradini per una visita. Stop all’erogazione dei servizi imposto dall’Asp.

Blitz dei carabinieri 
chiuso poliambulatorio

L’ispezione nel poliambulatorio (dove sono ubicate unità operative di ginecologia, ematologia, assistenza sociale nonché l’Ufficio relazioni col pubblico distrettuale) ha portato
però alla luce una realtà sconfortante: i carabinieri del Nas e gli esperti dell’Agenzia regionale per l’ambiente hanno infatti riscontrato gravi carenze sia dal punto di vista igienico-sanitario che da quello strutturale. Come se non bastasse, mentre i militari battevano a tappeto l’intero edificio, è avvenuto l’incontro sulle scale con una donna incinta e parecchio affaticata. Alla richiesta di informazioni sul perché si stesse sforzando così tanto, la signora ha risposto che non aveva altro modo per raggiungere la sala dove era attesa per una visita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi