Palazzo Zanca

Croce chiede sostegno
dei sindacati

Confronto del commissario con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil. La situazione finanziaria del Comune non è ancora definita. Confermata la mobilitazione del 10 novembre. Verrà presentata una piattaforma per il lavoro e lo sviluppo.

oceano amato genovese

Il 2 novembre è il termine entro il quale il Comune dovrà fornire alla Corte dei Conti una dettagliata relazione sulla situazione economico-finanziaria dell’ente locale e delle
aziende partecipate. Qualora la risposta non fosse adeguata, si avvierebbero le procedure di dichiarazione di dissesto finanziario, con il passaggio obbligato in consiglio comunale, pena l’arrivo di un nuovo commissario ad acta. Il 10 novembre è la data della mobilitazione generale indetta dalle organizzazioni confederali. Cgil, Cisl e Uil lanceranno la proposta di una piattaforma comune per il lavoro, la crescita, la coesione sociale, lo sviluppo del territorio e la tutela dei diritti delle fasce più deboli.
Si terrà un corteo per le vie cittadine e un comizio conclusivo. Entro dicembre il commissario Croce assumerà alcune importanti determinazioni relative alla riorganizzazione
della macchina amministrativa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400