REGIONALI 2012

Ultimi “fuochi”
a piazza Cairoli

Ieri gli ultimi comizi in città di Nello Musumeci e Giovanna Marano. Stesso luogo ma idee diverse per la Sicilia. Oggi tocca al Pd

Nello Musumeci

Nello Musumeci

Vicini nella piazza, distanti nei programmi. Nello Musumeci e Giovanna Marano hanno salutato ieri pomeriggio i propri elettori di Messina, partecipando a due distinti comizi organizzati a piazza Cairoli

A salire per primo sul palco il candidato del centrodestra, che ha tracciato un bilancio autonomamente definito «senza enfasi né retorica, né eccessivo ottimismo», sulla campagna elettorale agli sgoccioli. Promessi tagli ai costi della politica entro il primo mese dall'inizio della legislatura e un punto definitivo sulla vergogna delle baracche, con la creazione di un ente unico chiamato ad occuparsi di emergenze abitative. Lo stesso Musumeci ha parlato di sinistra “moralista” che ha lasciato una regione in ginocchio, dichiarando invece di essere certo che buona parte del popolo centrista moderato lo appoggerà per vicinanza di valori. «Siamo consapevoli che non potremo fare miracoli, ma la Regione deve tornare ad essere un ente con il quale i cittadini possono dialogare, senza che la si consideri un nemico - ha poi affermato -. La politica deve fare come il buon contadino, che mette a dimora una pianta di ulivo sapendo di non poterne godere dell'ombra. Ma la chioma gioverà a figli e nipoti. La mia non sarà la stagione della raccolta, ma della semina».

Attacca la Marano, il governo nazionale che «sbeffeggia i giovani» e gli altri candidati alla presidenza della Regione incapaci di «proporre iniziative chiare». La sua coalizione, composta da Idv, SeL, FdS e Verdi, vuole dimostrare che una buona politica è possibile anche senza arricchirsi. Senza parlare di voto utile, ma di voto libero.

Oggi toccherà al Pd, che ha organizzato alle 16, nella sala consiliare di palazzo dei Leoni, il convegno “La Sicilia nella crisi,” al quale prenderà parte tra gli altri il responsabile economia e lavoro del partito, Stefano Fassina. Domani 25 ottobre, alle 18.30, sarà invece il turno del vice presidente di Futuro e Libertà per l’Italia, Italo Bocchino, che a Faro Superiore, a piazza San Rocco, incontrerà insieme a Carmelo Briguglio (coordinatore regionale e capolista Fli–Nuovo Polo per la Sicilia), la cittadinanza. Il tema della manifestazione pubblica è “La comunità al centro del dibattito politico”. Alle 19.30 Bocchino si recherà poi presso la sede di FaroFuturo, dove si confronterà con alcune associazioni, mentre alle 20 si ritroverà presso la sede dell’azienda agricola vitivinicola Duca Farese, con i commercianti della zona. (ER)

NELL'EDIZIONE DI OGGI DI GAZZETTA DEL SUD IN EDICOLA I SERVIZI SUI COMIZI DI MUSUMECI E MARANO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi