Servizi riabilitativi

Teseos, rischio
licenziamenti

I sindacati: “La Srr liquidano le fatture ma la cooperativa non paga, anzi minaccia di mandare a casa i lavoratori”

Teseos, rischio
licenziamenti

Ancora apertissima la vertenza Teseos. Nonostante la SSR, società che eroga i servizi riabilitativi e di cui l'ASP detiene le azioni per il 51%, abbia liquidato alla cooperativa le fatture relative al mese di agosto, i lavoratori non hanno ancora incassato un centesimo. La presidente della Cooperativa, Grazia Romano ha annunciato che non intende procedere al pagamento degli stipendi e che da gennaio 2013, darà corso al licenziamento dei dipendenti

La SSR oggi ha liquidato una ulteriore somma di 175 mila euro, quale conguaglio-fatture primo semestre. “E' intollerabile l'atteggiamento assunto dalla presidente della cooperativa, che sfugge alla richieste dei sindacati - dichiarano i Segretari Genarali delle funzioni pubbliche di CGIL CISL E UIL, Clara Crocè, Calogero Emanuele e Giuseppe Calapai -. Le prestazioni ai pazienti devono essere fornite a spese dei lavoratori che sono fermi agli stipendi relativi al mese di maggio”.

I Segretari Generali della funzioni pubbliche di CGIL CISL e UIL proclamano lo stato di agitazione del personale e chiedono l'immediato pagamento degli stipendi. Reiterano inoltre al prefetto la richiesta di incontro per definire una soluzione che metta fine allo stato di precarietà economica e occupazionale a cui sono sottoposti ormai da tempo i lavoratori.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Referendum: alle 12  ha votato il 16,8%, ma con disagi

A Messina il No al 70%

di Domenico Bertè