Giostra-annunziata

Svincoli, arrivano
34 milioni di euro

Il ministero delle Infrastrutture ha sbloccato l’erogazione dei fondi che serviranno a completare l’opera dopo oltre vent’anni d’attesa. Per l’inaugurazione bisognerà comunque aspettare la messa in sicurezza del viadotto Ritiro.

svincolo dall'alto

L’Accordo di programma che ha dato origine alle procedure per la costruzione degli svincoli Giostra-Annunziata risale alla fine del 1989, venne siglato a dicembre di
quell’anno, e divenne operativo nel 1990. In quella sede il Comune di Messina raggiunse un’intesa con il ministero dei Trasporti che stanziò all’epoca la somma di 122
miliardi di lire. Delle somme stanziate dal Governo nazionale finora erano giunti a Palazzo Zanca soltanto 28 milioni di euro. Mancavano all’appello, come denunciato
nella lettera inviata nell’aprile scorso al ministro Passera dai consiglieri comunali Pergolizzi e Melazzo, i 34 milioni di euro finalmente erogati. L’amministrazione Buzzanca
ha impresso una svolta decisiva per la realizzazione dell’opera dopo lunghi anni di paralisi e di contenziosi infiniti tra Comune e imprese. Gli svincoli, però, non possono
ancora essere inaugurati almeno fino a quando non verranno eseguite le opere di messa in sicurezza del viadotto Ritiro. È infatti ritenuto fondamentale questo passaggio
sul vecchio tracciato autostradale per posizionare il “giunto”, che collegherà finalmente i nuovi svincoli all’asse viario della tangenziale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi