Servizi sociali

Dismed, dipendenti
in stato agitazione

La funzione pubblica della Cgil interviene sulla soppressione del servizio di accompagnamento dei diversamente abili da parte del Dismed che in alternativa propone la costituzione di una cooperativa alla quale sarebbe assegnato questo compito. Proclamato intanto lo stato di agitazione dei dipendenti.

CGIL

“Che senso ha sopprimere un  servizio, licenziando 5 lavoratori per assegnare a loro stessi l’appalto, pagandolo?” si chiedono Clara Crocè,   della Fp Cgil   e Dolores Dessì, coordinatrice della sanità privata dello stesso sindacato. Inoltre il Dismed, ricordano dal sindacato, aveva ridotto il servizio già l’anno scorso, effettuandolo solo il pomeriggio e creando disagio ai pazienti anziani  che, a  causa dell’età, preferiscono sottoporsi alla fisioterapia di mattina. “Non possiamo permettere che in questa città  si perda anche un altro solo posto di lavoro”  continuano Crocè e Dessì.   Chiediamo pertanto ai vertici della Dismed di fare marcia indietro”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400