Giostra-annunziata

Non c'è svincolo
senza sicurezza

Doppia riunione sugli svincoli di Giostra e Annunziata stamattina a Palazzo zanca. La prima si è svolta nell’aula consiliare, la seconda negli uffici del commissario Croce. E’ emersa la necessità che la posa del giunto non prescinda dalla messa in sicurezza del viadotto ritiro. Ma protagonista della mattinata alla fine è stato un piccolo incidente diplomatico

Non c'è svincolo
senza sicurezza

La prima uscita ufficiale del Commissario Croce, invitato in consiglio comunale dal presidente Giuseppe Previti per un importante incontro sugli svincoli di Giostra e Annunziata, si è consumata in poco più di mezz'ora e la riunione è proseguita nel suo ufficio di gabinetto a porte chiuse. Da 15 giorni Previti aveva fissato l’appuntamento per  oggi alle 11 per fare il punto sui lavori del viadotto Ritiro  a cui erano stai invitati i vertici del Cas, dell’Anas, dell’impresa Ricciardello, del genio civile e,  lo stesso giorno del suo insediamento,  il commissario.  Croce probabilmente  avrà pensato che fosse difficile riuscire a riunire tutti quei soggetti un altro giorno e quindi ha approfittato di questa data per promuovere un ulteriore  vertice  tecnico con gli stessi nei suoi uffici alle 12.  Risultato:  la riunione con il consiglio comunale è cominciata  in ritardo e l’aula s’e svuotata subito dopo mezzora perchè tutti fossero puntuali alla seconda riunione a cui però non è stato invitato nessun esponente del consesso. Apriti cielo: il presidente Previti ha espresso immediatamente l’amarezza per quello che  ha definito un comportamento poco diplomatico e il capogruppo del pd Felice Calabrò ha manifestato insoddisfazione per il mancato dibattito su un argomento così scottante. Si è riusciti soltanto ad apprendere che la famosa posa del giunto non potrà prescindere dalla messa in sicurezza del viadotto Ritiro.

"E' scaturita la condivisione sulle soluzioni tecniche da adottare e sulle iniziative da intraprendere anche per gli aspetti legati alla disponibilità delle risorse finanziarie.” E' il commento che il commissario straordinario del Comune, dott. Luigi Croce. 

Nel corso della riunione è stato approfondito l'iter da seguire sia per la messa in sicurezza dell'impalcato che per le questioni connesse all'accreditamento delle risorse disponibili per l'esecuzione degli interventi. A tal proposito la prossima settimana si attiverà un incontro con il Dirigente Generale del Dipartimento regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, Vincenzo Falgares, per definire la forma di accreditamento delle somme necessarie, se indirizzarla al Cas o all'Anas o direttamente al Comune

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400