POLITICA

I seguaci di Renzi
chiedono le primarie
a Messina

Presentato stamattina a Palazzo dei Leoni il neonato comitato, costituito da quattro esponenti del pd locale, per sostenere la candidatura di Matteo Renzi a premier e quindi promuovere le primarie nazionali e messinesi.

MATTEO RENZI

Matteo Renzi

Non rottamatori, ma rinnovatori. I giovani del Pd messinese che hanno costituito il comitato per Renzi per le primarie in Italia come a Messina non amano la definizione che invece ha reso famoso il sindaco di Firenze, che loro sostengono quale candidato premier. Ad illustrare il documento programmatico stamattina Filippo Cangemi, segretario del circolo Messina-Libertà, Giacomo D’arrigo consigliere comunale di Nizza di Sicilia, Francesco Palano Quero presidente della IV circoscrizione  e Alessandro  Russo presidente della V.  Il partito democratico rischia di chiudere le proprie porte alla società reale- hanno esordito- praticando un tipo di  politica che escluda dalle sue scelte i cittadini. Per governare il paese invece- si dicono convinti- serve un grande partito riformista, dotato di strumenti di partecipazione e di condivisione. Le primarie quindi sono una scelta irreversibile, fondante e legittimante del partito e della sua classe dirigente. Ma prima bisogna selezionare le scelte programmatiche migliori e solo dopo i migliori candidati.Il comitato per Renzi e per le primarie appoggerà inoltre i sei quesiti referendari interni al PD che sono stati proposti nelle scorse settimane e che vedranno gli iscritti confrontarsi su temi come  la ricostituzione del centro sinistra, i matrimoni gay, le riforme fiscali, il consumo del suolo, il reddito minimo garantito e l’incandidabilità dei condannati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400