SOCIALE

La Scuola “adotta” la Lelat

I bambini verseranno un piccolo contributo di 2 euro in cambio di un impegno della associazione Lelat per la prevenzione dell’uso delle droghe

terrazza lelat

Possono essere i bambini a fare quello che i “potenti” non hanno saputo o voluto fare, salvare la comunità terapeutica Lelat. Il progetto “La Scuola adotta la Lelat” diffuso nelle scuole dall’assessore alla Pubblica Istruzione Magazzù invita i dirigenti scolastici di tutte le scuole elementari e medie inferiori messinesi ad un interscambio tra comunità Lelat e Scuola. I bambini verseranno un piccolo contributo di 2 euro in cambio di un impegno della associazione Lelat a fornire ad alunni, docenti e genitori, attraverso una serie di incontri nel corso dell’anno scolastico 2012/2013, le informazioni e la formazione più efficaci per prevenire l’uso delle droghe.

Alla fine dell’anno scolastico si terrà un concorso grafico pittorico e gli elaborati prescelti verranno premiati nel corso di una conferenza conclusiva che si terrà al Palacultura di Messina. In un periodo davvero terribile che la Lelat sta attraversando, nella totale assenza di fondi per finanziare la comunità e con le continue devastazioni che subiamo (ultime: la distruzione dei pannelli solari e il danneggiamento dell’unico sgangherato pulmino dell’associazione), cogliere un piccolo segnale di incoraggiamento dai bambini e dai loro genitori ci da la forza di continuare a lottare nonostante tutto.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400