Incidente Itala

Indagato centauro
che ha travolto
Antonia Schifilliti

Il sostituto procuratore Antonio Carchietti ha iscritto nel registro degli indagati, con l’ipotesi di reato di omicidio colposo, il 40enne che ieri alla guida di una Ducati ha investito ed ucciso a Itala una donna di 77 anni. La moto è stata posto sotto sequestro.

antonia schifilliti

Il magistrato conferirà domani l’incarico al medico legale Giovanni Crisafulli per eseguire l’autopsia sul corpo di Antonia Schifilliti. L’esame sarà eseguito all’obitorio del Policlinico. Il magistrato ha nominato anche un perito, esperto in infortunistica stradale, per stabilire dinamica e responsabilità dell’incidente.

Come ogni mattina si era recata a pregare e mettere qualche fiore nell’edicola votiva di contrada Siberia. Appena finito di rendere omaggio alla Madonna, ha fatto per attraversare la strada ma è stata centrata da una moto di grossa cilindrata. Così è morta ieri sulla statale 114, all’altezza della Madonnina di contrada Siberia di Itala Marina Antonina Schifilliti, 77 anni, pensionata residente in via Roma di Itala. La donna per le gravi ferite riportate alla testa e agli arti inferiori, è deceduta qualche ora dopo al Policlinico di Messina. L’anziana, che da poco tempo era rimasta vedova (qualche anno fa aveva perduto anche l’unica figlia), mentre attraversava la strada – in quel tratto vi è un lungo rettilineo – è stata travolta da una moto Ducati, condotta da un messinese di 40 anni che in quel momento procedeva in direzione Catania.

In seguito all’urto, l’anziana donna è stata scaraventata violentemente sul selciato, rimanendo esanime, mentre il motociclista, dopo aver perso il controllo del mezzo, pur ruzzolando a terra, è rimasto lievemente ferito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400