MAREGROSSO

Finanziamento per proseguire il risanameno

Chiesti trecentomila euro, oltre gli oneri di legge, per rendere le aree fruibili da parte di tutta la cittadnianza

Finanziamento per proseguire il risanameno
Con una nota inviata al direttore generale dell'Assessorato regionale territorio e ambiente, dott. Giovanni Arnone, al dirigente del Demanio marittimo regionale, ing. Francesco Buonasera, e per conoscenza al Commissario del Comune di Messina, Luigi Croce, l'assessore al waterfront, Pippo Isgrò, ha richiesto un finanziamento per proseguire l'opera di riqualificazione delle aree di via Don Blasco a Maregrosso. “Il progetto di bonifica e di riqualificazione è secondo opinione diffusa – ha scritto l'assessore Isgrò – il percorso più significativo tracciato dall'Amministrazione Buzzanca cui, il commissario Croce non rimarrà certo insensibile.

L'opera di riqualificazione non sarebbe stata possibile se l'ex Sindaco, il precedente Comandante della Capitaneria di Porto, Nunzio Martello, e il suo successore, Antonio Musolino, non mi avessero sostenuto e accompagnato nelle operazioni di risanamento. Il grande merito è stato anche quello di avere riattivato il parco dei mezzi pesanti, da anni abbandonato in un'area di parcheggio e di avere trovato maestranze comunali in grado di sviluppare lavoro, evitando l'affidamento alle ditte esterne con notevole risparmio per l'Amministrazione. L'Assessorato territorio e ambiente, con due finanziamenti, ha permesso di pagare gli oneri per il conferimento in discarica del materiale proveniente dalle demolizioni, la caratterizzazione dei cumuli di inerti”.

“Per proseguire l'opera di bonifica di una delle zone più belle della città vicina al centro storico – conclude Isgrò nella nota – chiedo un finanziamento di trecentomila euro, oltre gli oneri di legge, per renderle fruibili da parte di tutta la cittadnianza, che da oltre 40 anni attende il risanamento delle zone degradate”

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi