TERRITORIO

Piano "salva-colline": è quasi sì

Rinviata solo per una questione "formale" la delibera predisposta dall'ex assessore Corvaja. C'è unità d'intenti tra i partiti

Piano "salva-colline": è quasi sì

Il Consiglio comunale, tornato a riunirsi stamani per proseguire l'attività deliberativa, ha discusso il provvedimento relativo all'abbattimento totale o parziale degli indici di edificabilità delle zone a bassa suscettività edificatoria; facoltà di rinuncia/trasferimento dei volumi edificabili; misure di salvaguardia ambientale; integrazioni al regolamento edilizio. Alla delibera è stato presentato un emendamento, poi respinto dopo la votazione; l'Aula ne ha rinviato la trattazione subordinandola alla presenza del dirigente competente.

Successivamente è venuto meno il numero legale sulla votazione di prelievo della delibera del piano di miglioramento dei servizi di polizia municipale per il triennio 2012-2014, la sessione consiliare è decaduta ed i lavori saranno riconvocati con un nuovo ordine del giorno, al cui primo punto sarà iscritta la surroga del dimissionario consigliere Giuseppe Ansaldo con il secondo dei non eletti della lista “Il Centro con D'Alia”, Salvatore Ruello. Ruello, 38 anni, ingegnere, è stato consigliere dell'XI quartiere dal 2003 al 2005; presidente della VI Municipalità dal 2005 al 2007 e successivamente sino al giugno 2008, consigliere della stessa circoscrizione. Dal dicembre del 2008 è componente della Commissione urbanistica comunale.

Domani su Gazzetta del Sud in edicola il servizio completo sulla seduta del Consiglio sul piano "salva colline"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400