ACR MESSINA

Agropoli nel mirino
attesa per Leon
Cuda nuovo portiere

L’Acr Messina sta preparando il match casalingo con l’Agropoli, formazione che insieme a peloritani e Savoia, guida la classifica del torneo di serie D. La società giallorossa non sa ancora se potrà contare sull’honduregno Leon, in attesa dell’ok della lega dilettanti. Sul fronte mercato vicino l'ingaggio di Vincenzo Cuda

Agropoli nel mirino
attesa per Leon
Cuda nuovo portiere

dal sito www.acrmessina.it

Il catanzarese Vincenzo Cuda, classe 93, da qualche giorno in prova, sarà il nuovo portiere dell’Acr Messina. Manca solo la firma che arriverà nelle prossime ore. Nella scorsa stagione ha giocato con la formazione primavera del Crotone e in quella corrente ha già debuttato nel torneo di eccellenza con il Marsala. E’, però, bastato un solo match con i lilibetani, peraltro perso per 1-0, per convincerlo a cambiare aria ed ad accettare la proposta dell’Acr Messina che, nel frattempo, ha rinunciato al giovane Taranto, a cui la panchina, evidentemente, cominciava a stare stretta. Cuda affiancherà il titolare Ettore Lagormarsini, affidabile e dal rendimento costante. La società giallorossa ha dimostrato di essere attenta e di curare anche i dettagli perché il gruppo è sovrano e va tutelato in tutti i suoi aspetti. Per non farsi cogliere impreparata, in caso di emergenza, l’Acr Messina ha puntato su un altro giovane che dovrebbe assicurare le necessarie certezze in un ruolo fondamentale ed accettare con serenità le gerarchie.
I giallorossi pensano, ovviamente, al match con l’Agropoli, una delle due matricole del torneo, insieme al Savoia, a punteggio pieno dopo le due partite. La squadra campana si presenterà al S.Filippo senza i difensori Calabuig e Montano ma nel frattempo ha tesserato due under dal Sorrento. I delfini, spinti da grande entusiasmo, proveranno, quindi, a giocarsela nonostante vogliano tenere un profilo molto basso. Ma l’Acr Messina sa che questo è il momento giusto per imprimere la svolta al campionato e lanciare un messaggio chiaro agli avversari su chi è la favorita per la vittoria finale. Del resto anche il patron Pietro Lo Monaco ha suonato la carica. Spera in un S.Filippo con almeno 5000 spettatori per sfruttare il fattore campo, per molte stagioni arma in più della formazione giallorossa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400