Maltempo

Messina finisce
ancora in apnea

Violento nubifragio, ieri pomeriggio, e città nuovamente sott’acqua. Situazione tutto sommato non da “codice rosso”, ma non sono mancati i disagi in alcune zone.

Messina finisce
ancora in apnea

Ancora una volta in particolar modo la zona sud e la litoranea nord pagano dazio: a Pistunina registrati allagamenti con l’acqua che in alcuni casi ha raggiunto quasi il metro di altezza. Come in occasione dell’ultimo violento rovescio, situazione critica nei villaggi di Ganzirri, Rodia, Ortoliuzzo e San Saba, dove i tombini intasati non hanno consentito il normale deflusso dell’acqua piovana. A completare il quadro piccole frane e smottamenti. Il centro, invece, non ha sofferto particolari disagi, anche se i numeri di pronto intervento dei vigili urbani e della polizia municipale sono stati tempestati dalle segnalazioni. La linea tranviaria, soprattutto lungo il viale della Libertà, si è trasformata
in una sorta di piscina all’aperto. Di conseguenza, la circolazione dei cityway è stata interrotta per un breve periodo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400