XXII Edizione

Premio Tindari
a Palazzo Zanca

Oggi pomeriggio alle 18 nel salone delle bandiere. La manifestazione si aprirà con la proiezione del cortometraggio vincitore “Stella di Mare”, organizzata dal C.A.M. e, dopo le premiazioni, si chiuderà con un cocktail offerto dalla VulcanoConsult.

daniela bruzzone

Daniela Bruzzone condurrà la serata

Sempre sostenuto dalle Istituzioni nazionali e locali, il Tindari si contraddistingue per poter vantare nella rosa dei premiati solo eccellenze, che si sono distinte nel proprio campo a livello nazionale e non solo.

Ecco allora il Tindari 2012 al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Messina Professore Francesco Tomasello, neurochirurgo di fama internazionale, che ha dedicato all’attività accademica e professionale l’intera vita, ottenendo risultati straordinari.

Un’altra eccellenza messinese doc è Dino Scuderi, noto nel mondo della musica e dello spettacolo per aver portato in Italia “Jesus Christ Superstar” e per aver sbancato i botteghini quest’anno con il suo musical “Salvatore Giuliano”.

Gaetano Lembo, attore, autore e regista, amico del Premio Tindari, continua a lavorare e a formare con entusiasmo e dedizione giovani attori di talento a Catania, città d’origine.

Quest’anno il Comitato organizzatore ha scelto di premiare due belle realtà, che coinvolgeranno domani sera più persone.

Il Tindari 2012 va infatti alla nota testata giornalistica “Gazzetta del Sud”, grazie alla quale i messinesi vivono il territorio con servizi puntuali inerenti la realtà cittadina e di tutta la provincia. Il quotidiano racconta la città spaziando, con dovizia di particolari e penna di fine spessore, dalla cronaca alla politica, dallo sport alla cultura.

Quinto, ultimo ed altrettanto eccellente vincitore, è il cortometraggio “Stella di Mare”, che ha convinto gli organizzatori per l’efficacia della storia ricca di valori, ambientata nel paradiso eoliano ed arricchita da un grande cast. La giuria del Tindari è stata colpita in particolare dalla grande interpretazione dei due giovani protagonisti siciliani Alessio Isgrò di Vulcano e Mariagrazia Maisano di Milazzo, alla loro prima prova sul grande schermo. Due ragazzi diversamente abili che regalano forti emozioni con straordinaria abilità. Ritirerà il premio il noto regista Salvatore Arimatea.

E proprio “Stella di Mare” darà il via alla ventiduesima edizione del Premio Tindari.

A tagliare il nastro la madrina dell’edizione 2012, l’Architetto catanese Anna Polisano, un grande talento siciliano, innamorata del proprio lavoro e molto impegnata, che, per amicizia con la conduttrice del Tindari, nonostante la timidezza e l’abitudine a lavorare dietro le quinte, ha accettato con gioia l’incarico ed affiancherà la Bruzzone durante due momenti della serata.

La conduzione della cerimonia è affidata a Daniela Bruzzone, giornalista e voce storica dell’indimenticato Cavalier Gianni Di Salvo, patron della manifestazione. Con la Bruzzone, come sempre, la famiglia Di Salvo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi