Inquinamento

Rodia, liquami
fognari in mare

«Il tubo è rotto da moltissimo tempo, è inutile che ci prendetein giro, siamo stufi». È lo slogan che campeggia su un volantino diffuso dai residenti del villaggio.

Rodia, liquami 
fognari in mare

Il problema è arcinoto: lo sversamento di liquidi fognari. Sul quale interviene, ancora una volta, il consigliere della sesta Circoscrizione Mario Biancuzzo, che ieri ha
effettuato un sopralluogo nell’area in questione. Riflettori puntati sulla contrada Puccino, dove «i liquidi maleodoranti hanno formato una grande pozzanghera e si riversano persino in mare». Rincarano la dose alcuni residenti: «Non ne possiamo più, siamo sempre più abbandonati dalle istituzioni. Evidentemente, nessuno ha voglia di sciogliere questo nodo», dice un signore di 54 anni, indicando il rivolo di fogna. Il consigliere Biancuzzo fa sapere che quello in contrada Puccino non è l’unico tombino dal quale fuoriescono i liquami maleodoranti e chiede l’immediato intervento al direttore generale dell’Amam, Luigi La Rosa, affinché la ditta di pronto intervento accerti la rottura delle tubazioni e le sostituisca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto