S. Pietro a Maida (Cz)

Ottantenne riduce la moglie in fin di vita, arrestato

Domenico Serratore, di 81 anni, di San Pietro a Maida, è accusato di tentato omicidio e lesioni gravissime. L'uomo, nel 1968, uccise il figlio.

Ha colpito ripetutamente la moglie con una roncola provocandole gravi ferite, tanto che la donna si trova ricoverata nell'ospedale di Catanzaro ed è in pericolo di vita, e poi ha cercato di indicare come autori dell'aggressione due giovani. L'uomo, però, non è riuscito a depistare i carabinieri della Compagnia di Girifalco che l'hanno arrestato. Domenico Serratore, di 81 anni, di San Pietro a Maida, è accusato di tentato omicidio e lesioni gravissime. L'uomo, nel 1968, uccise il figlio. Il fatto è successo oggi nell'appartamento della coppia a San Pietro a Maida. L'uomo, forse al termine di una lite, ha colpito la moglie Maria Ferraiolo, di 77 anni. Quando i carabinieri sono giunti sul posto ha cercato di depistare le indagini indicando i due giovani gli autori. Le indagini dei militari di San Pietro a Maida, grazie anche ai rilievi scientifici effettuati da personale del Nucleo operativo di Girifalco e del Reparto operativo di Catanzaro, hanno però individuato il pensionato come l'autore del tentato omicidio e l'hanno arrestato. Serratore è stato portato nel carcere di Lamezia Terme. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi