Catanzaro

Chiesti 25 anni per due scafisti greci

Sono accusati di avere costretto 20 clandestini a gettarsi in mare davanti Botricello, nonostante non sapessero nuotare. Uno di loro morì

Venticinque anni di reclusione: questa la pena chiesta dal sostituto procuratore Paolo Petrolo nei confronti di due scafisti di nazionalità greca accusati di omicidio e immigrazione clandestina. I due, Konstantinos Moyzakithe e Ahmhtpios Sinetoz, entrambi di 32 anni, sono accusati di avere costretto, il 21 luglio 2010, 20 clandestini che trasportavano a bordo di un gommone, di gettarsi in mare davanti Botricello, nonostante non sapessero nuotare. Ed uno di loro morì. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi