VIBO VALENTIA

Bancarotta fraudolenta, sequestrati beni per 5 milioni

Guardia di Finanza

Beni per oltre 5 milioni sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Vibo Valentia che ha denunciato quattro imprenditori vibonesi per bancarotta fraudolenta. Il provvedimento di sequestro è stato disposto dal Tribunale di Lamezia Terme su richiesta della Procura lametina nei confronti di due società appartenenti ad un gruppo attivo nel commercio all'ingrosso e al dettaglio di materiali edili.
Gli accertamenti a carico degli amministratori di una società dichiarata fallita nel settembre 2015 hanno permesso di appurare come, in prossimità del fallimento, gli amministratori abbiano compiuto una serie di atti, anche a titolo gratuito, per azzerare le garanzie patrimoniali verso creditori e assicurare continuità aziendale mediante la creazione "ad hoc" di una nuova società sempre a loro riconducibile. E così distraendo merce e beni strumentali ed effettuando donazioni verso congiunti e società del gruppo proseguendo l'attività attraverso un'altra società sorta sulle ceneri di quella fallita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Trovato ordigno sul pontile, a due passi dalla spiaggia

Falso allarme bomba al pontile

di Domenico Latino