catanzaro

Cassazione respinge ricorso, arrestato

Si tratta di Rolando Russo, di 34 anni, di Sellia Marina. L'uomo era stato arrestato per associazione mafiosa nel novembre del 2016 nell'operazione "Borderland"

Incendiata l'auto del presidente del Pescara

La Squadra mobile di Catanzaro, su disposizione del Tribunale di Catanzaro, ha arrestato Rolando Russo, di 34 anni, di Sellia Marina. L'uomo era stato arrestato per associazione mafiosa nel novembre del 2016 nell'operazione "Borderland" condotta dalla stessa squadra mobile e coordinata dai procuratori aggiunti della Dda di Catanzaro Giovanni Bombardieri e Vincenzo Capomolla sotto la direzione del procuratore Nicola Gratteri. Secondo l'accusa Russo aveva preso attivamente parte alla cosca di 'ndrangheta che sarebbe stata capeggiata da Giovanni Trapasso di San Leonardo di Cutro. In particolare, secondo gli investigatori, sarebbe stato a disposizione del sodalizio con la delega a sovrintendere alle attività economiche ed agli investimenti della cosca in Veneto, dove gestiva di fatto un esercizio commerciale di San Giovanni Lupatoto (Verona). Russo, inoltre, avrebbe assicurato supporto logistico ai vertici dell'organizzazione in visita a Verona, mantenendo rapporti con alcuni imprenditori a disposizione della cosca. Il provvedimento di arresto di oggi è conseguenza della decisione della Corte di Cassazione che ha ritenuto inammissibile il ricorso presentato dallo stesso contro l'ordinanza emessa dal Tribunale di Catanzaro che già il 27 dicembre scorso ripristinava a suo carico la misura cautelare della custodia in carcere. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi