Nel Catanzarese

Provole contaminate sequestro a Carlopoli

L'allarme dell'Asp

Provole contaminate sequestro a Carlopoli

Sono morbide e invitanti, ma dentro si nasconde la “listeria”, un batterio che una volta ingerito può provocare febbre alta e malori fino alla meningite e alla morte. I più esposti sono i neonati e gli anziani. In gravidanza il batterio può danneggiare gravemente il feto.

Nel caseificio dei fratelli Gentile a Carlopoli (Catanzaro) è stato scoperto il batterio in una partita di provole che sono andate distrutte. La questione è stata segnalata all’Asp che ha proceduto al sequestro sanitario dei prodotti in giacenza. L’azienda ha comunque richiamato tutti i prodotti distribuiti nei negozi e nei ristoranti.

Il prodotto non è sicuro se non è cotto oltre i 65 gradi, quando il batterio “listeria monocytogenes” viene distrutto. Altrimenti resiste anche a temperature basse fino a 2 gradi, cioè nel frigo.

Leggi l'intero articolo nell'edizione digitale o in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi