GIZZERIA

Violentata e segregata

Una ragazza ridotta in schiavitù. I carabinieri hanno messo la parola fine alla triste storia arrestando l'autore

Violentata e segregata

Violentava da dieci anni l’ex badante rumena della sua compagna deceduta. L’aveva segregata insieme ai due figli di 3 e 9 anni. Vivevano in una baracca nelle campagne di Gizzeria. Lui 52, lei 29. La legava, abusava di lei a tal punto da suturarle le ferite con lenza da pesca. Tutto questo davanti ai bambini. I carabinieri di Gizzeria Lido si sono insospettiti dopo aver visto il 52enne circolare su una carcassa d’auto col figlio di 9 anni. L’hanno identificato e aveva precedenti per abusi sessuali. Quando sono entrati nella baracca hanno visto l’orrore, e la ragazza ridotta in schiavitù. Lui adesso è stato rinchiuso nel carcere di Catanzaro, la famiglia messa al sicuro in una casa protetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi