cROTONE

Rapina e violenza, notte da incubo per una coppia

Sotto la minaccia di un paio di forbici si fa consegnare telefoni e soldi, poi tenta di approfittare della ragazza

Rapina e violenza, notte da incubo per una coppia

Sono stati minacciati con un paio di forbici e rapinati da uno straniero che li ha aggrediti mentre stavano scambiandosi carezze ed effusioni amorose su una banchina della Villa comunale. E lei ha anche dovuto subire un tentativo di violenza sessuale da parte di quel giovane africano che sarebbe stato poi identificato dalla Polizia che ha denunciato un ventenne del Gambia, sospettato di essere l’aggressore della coppia.

Davvero una brutta avventura quella capitata venerdi sera ad un giovane coppia crotonese. Venticinque anni lui, vent’anni lei; i due si erano appartati su una panchina, nella Villa comunale di viale Regina Margherita. Cercavano intimità per scambiarsi coccole e carezze. Ma sono stati interrotti da uno sconosciuto che si è materializzato nel buio, impugnando quello che a prima vista è parso un coltello, ma che poi si è rivelato essere un paio di forbici.

Lo sconosciuto – un giovane di pelle nera come hanno poi raccontato i due malcapitati ai poliziotti – brandendo minacciosamente le forbici si è rivolto loro dicendo di continuare a fare quello che stavano facendo. Un “consiglio” che i due giovani, colti alla sprovvista, non hanno certo ascoltato. Certo è che lo sconosciuto ha poi costretto il ragazzo a svestirsi, per frugare nei suoi abiti alla ricerca di soldi. Contestualmente, ha svuotato la borsa della ragazza impossessandosi di due telefoni cellulari, di pochi soldi e di una confezione di tabacco sfuso.

LA VERSION INTEGRALE DELL'ARTICOLO NELL'EDIZIONE CARTACEA IN EDICOLA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi